Come liberarsi dalle tossine: il Programma Detox della nostra Associazione e il C9 di Forever Living con un test gratuito a disposizione

recap sorso aloe

Benvenuti nel mio nuovo articolo dedicato alla detossificazione del corpo attraverso il Programma Detox dell’Associazione e il C9 di Forever Living.

Viviamo in un mondo in cui siamo costantemente esposti a sostanze tossiche attraverso l’aria che respiriamo, gli alimenti che mangiamo e gli oggetti che usiamo.

La detossificazione può aiutarci a liberarsi queste sostanze nocive e promuovere la salute generale.

In questo articolo, vi vi fornirò informazioni dettagliate su come funzionano e quali benefici possono offrire.

Inoltre, vi guiderò attraverso il test gratuito disponibile per aiutarvi a scegliere il programma di Detox più adatto alle vostre esigenze personali.

Bene, non ci resta che iniziare a scoprire come liberare il nostro corpo dalle tossine e migliorare il vostro benessere generale.

Introduzione 

Sei in pensiero? Stai pensando di sistemare quel “problemuccio” di salute che da tempo di preoccupa?

Oppure la rassegnazione ha preso il sopravvento? Ci hai rinunciato?

Beh, se la pensi così posso darti una buona notizia!

Se ti dicessi che invece c’è una chance? Che puoi ritornare a star bene come una volta e sistemare definitivamente quel piccolo o grande disagio?

Lo so, hai già intuito! D’altronde siamo quelli del Programma Detox, unico percorso detossinante approvato dall’Associazione Be4Eat. 

“Ok, un Programma Detox non fa miracoli!”.

Certo, è vero, ma segui bene questo ragionamento e ti cambierà la giornata!

Ho una bella notizia in serbo per te!😃

La vita è come una scatola di cioccolatini.

Siamo convinti che la nostra salute sia talmente ballerina da non saper mai cosa può capitarti. Un po’ come Forrest Gump.

“Mamma diceva sempre che la vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita”.

Ok lo ammetto, è uno dei miei film preferiti, grande Tom Hanks!❤️

Com’è vera questa frase! E lo stesso concetto ci siamo abituati a pensarlo nell’ambito della salute.

La pensi anche tu così? Dimmi la verità!

Sei anche tu tra le persone che dicono questo oppure fai parte della cerchia di persone che la pensa così:

“se ti svegli è una bella giornata”

Come recita una ormai famosa pubblicità diventata virale on line di servizi funebri.😬

Trovi anche tu che sia di cattivo gusto? Mah, da una parte mi suscita ilarità e dall’altra non so quanto di buon gusto sia farla diventare una pubblicità…

Insomma sembra che il pensiero comune sia questo. Della serie:

“io non possa influire sulla mia salute”.

Di quale dei due partiti ti senti parte:

A) la vita è come una scatola di cioccolatini;

B) se ti svegli è una bella giornata.

Di quello di Forrest o di quello delle onoranze?

Io sinceramente sono molto imbarazzato a scegliere uno dei due perché in fondo sono d’accordo con entrambi.

Possiamo influenzare la nostra salute?

Dall’altra parte cerco di mettere tutto il mio impegno per seguire ciò che ho imparato dal Prof. Campbel.

Da lui ho capito che posso in buona parte prendermi “cura” della mia salute.

Posso in qualche modo prendere la strada buona e lasciare la strada cattiva che mi porterebbe alla malattia quasi certa. Come mi stava già capitando nel 2011, prima di iniziare a collaborare con il Prof. T. Colin Campbell.

Avevo più di 300 di colesterolo, “sensibilità insulinica”, cominciavo a vedere le porte del diabete, e infiammazioni generalizzate in varie parti del corpo. Ero messo malino e non lo sapevo, non me ne ero accorto, credevo di avere uno stile di vita buono ed essere in buona salute.

Già allora sapevo che mangiando bene, facendo esercizio fisico, usando un pensiero positivo, prendendo quegli integratori, dedicando tempo per me, facendo trattamenti salutari avrei attirato a me l’abbondanza e la salute. Lo sapevo!

Si, ma quali erano le cose precise che dovevo fare?
Mica abbiamo tempo di fare tutto
e soprattutto andar avanti per tentativi prima di trovarle!

Nessuno mi aveva detto che facendo semplici cose avrei potuto sistemare questi acciacchi.

Oggi ho capito che posso influire drasticamente sulla mia salute e col cavolo che sono soggetto alla pressione alta, alla glicemia, al colesterolo e via dicendo! Questo no! Alla faccia del diabetologo che a 15 anni mi ha detto:

“Tua nonna è mancata qualche anno fa di complicanze del diabete, tua madre non è messa bene, mettitela via che a 40 anni avrai il diabete…”.

Ma sei un Pirla!😂

Dire a un ragazzino una cosa del genere è come fare una profezia, una maledizione e dar buona probabilità che ciò succeda!

Oggi per fortuna ci son tanto di ricerche che evidenziano che la prognosi dichiarata al paziente diventa in buona percentuale una profezia che si avvera.

E mio padre che è mancato per tumore, allora?

Avrei geneticamente tutte le carte in regola di sviluppare il diabete e il cancro.

Per questo punto, a proposito di genetica, ti invito a leggere l’Abstract a fondo articolo pubblicato in una rivista scientifica dallo stesso T. Colin Campbell.

Anche qui, come nello scorso articolo dove ho parlato del Covid, non voglio sfidare le sorti.🤞🏻😅

Certo, sì, un sano pensiero di fatalismo e scaramanzia credo che ci voglia! 

Non mi ritengo superstizioso, ma certamente non me la sento di sfidare la sorte dicendo “Starò sempre in salute perché mangio bene e conduco un sano stile di vita…” Ci mancherebbe!

Il test gratuito per scoprire quale programma di detossificazione è adatto alle tue esigenze personali

Ma torniamo a noi, clicca qui per fare il test e valutare senza impegno com’è il tuo stile di vita:

Possiamo influire drasticamente sulla nostra salute.

Certo, può succedere di aver gli esami del sangue un po’ incasinati e dover capire come affrontare la situazione, ma certamente non posso pensare di rassegnarmi dicendo “ormai è così e basta!”

Nota di redazione: devo specificare a onor del vero che ormai dal 2011, seguendo lo stile di vita che divulghiamo con l’Associazione Be4Eat questi sbalzi non li ho più avuti. Nemmeno i membri nella mia famiglia e tutti coloro che seguono fedelmente lo stile di vita che divulghiamo assieme a T. Colin Campbell, Be4Eat.

Io, con la mia famiglia, ho deciso di avere le risposte e con esse è nato il Movimento Be4Eat.

“Non possiamo lasciare che lo status quo rimanga invariato mentre vediamo i nostri cari ammalarsi e soffrire inutilmente”
T. Colin Campbell

Questa è la frase che dal 2011 mi frulla per la mente… e ogni volta che sento dire “così è, e basta” mi vengono i fumi (mi incazzo).

Parafrasando vuol dire che non possiamo rassegnarci a che i nostri cari si ammalino e muoiano solo perché si pensa “si fa così” o “abbiamo sempre fatto così”. No, oggi le informazioni le abbiamo e possiamo agire.

È questo che ci ha spinti a studiare, approfondire, sperimentare, coinvolgere e portare tutto questo pensiero a decine di migliaia di persone!

Quali miglioramenti ti può portare il Programma Detox?

E i miglioramenti ci sono. Le persone stanno meglio e velocemente:

“Perché non me l’hanno detto prima??

Com’è possibile che in soli 3-4 giorni stia già meglio?

Che sia per il percorso che sto facendo con voi?”

È ciò che ci dicono solo dopo 3-4 giorni durante i nostri percorsi!

Se tu avessi fatto il nostro Programma Detox ci avresti fatto notare che:

A) già dopo 3-4 giorni stavi meglio;
B) un forte miglioramento del tuo intestino, colon;
C) avevi più energia;
D) hai buttato giù qualche chiletto;
E) hai ritrovato un senso di benessere generale;

e altre cose personali e diverse che ci vengono dette di giorno in giorno.

Riferimenti scientifici.

Questo è il primo di una serie di articoli che dedicherò al Programma proprio perché di esperienza ne abbiamo fatta molta e abbiamo migliaia di persone che sono state meglio e che ogni anno ripetono il percorso per star bene. e Forti delle centinaia di studi, non solo da pare parte del Prof. T. Colin Campbell, possiamo dire di aver trovato un metodo preciso e puntuale per incidere forte sul nostro benessere.

Qui le pubblicazioni che raccolgono centinaia di riferimenti scientifici che hanno ispirato i nostri percorsi, non solo per le evidenze che hanno dato forza a giustificarne i risultati, ma anche per la stessa metodologia attraverso la quale le persone vengono condotte dalle nostre Guide del Programma Detox e Guide Be4Eat.

Quello che ora ti consiglio è dedicare appena quattro minuti del tuo tempo per fare questo test di autovalutazione del tuo stile di vita.

Potrai scoprire cose interessanti su di te e avere l’indicazione immediata per capire quali sono le cose precise che dovresti fare per stare bene!❤️

Ci sentiamo presto🌼
Marco Fiorese

 

Cit. “Prevenzione e cura del cancro con la nutrizione olistica.”

T. Colin Campbell, J Nat Sci., 2017 Oct.

Il cancro è tradizionalmente considerato una malattia genetica. Inizia con una mutazione genetica, spesso causata da agenti cancerogeni ambientali che vengono attivati enzimaticamente in metaboliti che si legano covalentemente al DNA. Se questi addotti cancerogeni-DNA ora danneggiati non vengono riparati prima che la cellula si replichi, provocano una mutazione, che viene ereditata dalle cellule figlie e dalla loro successiva progenie. Vengono aggiunte ancora altre mutazioni che si ritiene promuovano l'indipendenza cellulare, le metastasi e la resistenza ai farmaci, tra le altre caratteristiche tipicamente osservate per il cancro avanzato. Le fasi di inizio, promozione e progressione del cancro da mutazioni deducono l'irreversibilità perché le mutazioni posteriori sono estremamente rare. Pertanto, i protocolli di trattamento in genere sono progettati per rimuovere o uccidere le cellule tumorali mediante chirurgia, chemioterapia, immunoterapia e/o radioterapia. Tuttavia, sono esistite prove empiriche per mostrare un'opzione di trattamento fondamentalmente diversa. Ad esempio, la promozione della crescita e dello sviluppo del cancro negli animali da laboratorio avviata da un potente mutageno/carcinogeno può essere ripetutamente attivata e disattivata da meccanismi non mutageni, anche completamente, modificando il consumo di proteine a livelli rilevanti di assunzione. Esistono prove simili ma meno comprovate anche per altri nutrienti e altri tipi di cancro. Ciò suggerisce che lo sviluppo finale del cancro è principalmente una malattia che risponde alla nutrizione piuttosto che una malattia genetica, con la consapevolezza che la nutrizione è un effetto biologico completo e olistico che riflette il contenuto naturale di nutrienti e sostanze correlate in alimenti interi e intatti. Questa prospettiva contrasta nettamente con l'inferenza contemporanea secondo cui la nutrizione è la somma di singoli nutrienti che agiscono in modo indipendente. L'ortografia di "olismo" con la "w" ha lo scopo di sottolineare la base empirica di questa funzione. L'affermazione che la nutrizione olistica controlla e addirittura inverte lo sviluppo della malattia suggerisce che il cancro può essere trattato con un intervento nutrizionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *