Controllo del peso: come un la scienza alimentare moderna e un pacchetto di integratori alimentari può portarti al peso forma in pochi mesi.

In questo articolo vorrei accompagnarti in un viaggio razionale e logico per farti capire che puoi ancora controllare il tuo peso. 

Voglio portarti a credere che una soluzione esista.

Ed è grazie a studi centenari confermati da recentissime ricerche scientifiche in campo alimentare che abbiamo potuto sigillare la fratellanza di un programma alimentare serio, attraverso l’Associazione Be4Eat, e da un pacchetto di prodotti sicuri della Forever Living.

Seguimi alla scoperta di questo Programma che dal 2011 ha già trasformato la vita di migliaia di persone.

Introduzione: nella selva dell’informazione

È un tema che sta a cuore a molte persone e soprattutto donne.

Forse a te non è mai successo di affrontare una dieta, avere dei risultati e dopo pochi anni tornare al punto di partenza. Oppure ti è già capitato?

Il famoso effetto YoYo!

Ma come puoi tornare al perso ideale?

Qual è la dieta più giusta?

Quali sono gli alimenti che devi o non devi consumare?

Qual è il metodo che ti permette di arrivarci in breve tempo e in modo stabile?

Che forti!😂
Renato Pozzetto e Carlo Verdone, i dottori nel famoso “7 chili in 7 giorni” in una delle foto appesa in ogni stanza della fantomatica clinica. Bellissimo!
Film sicuramente parte della cultura cinematografica non solo italiana!❤️
—-

Per scrivere questo articolo ho appena sbirciato in internet (sai, tanto per capire cosa si scrive in giro di questi tempi) ed è una vera selva.

C’è chi ti promette veloci risultati e chi invece ti dice di farlo lentamente perché non fa bene. Chi ti dice di utilizzare prodotti naturali e altri sintetici.

Chi te lo fa con la chetogenica, proteica, animale, chi con i carboidrati e chi invece con i vegetali e piante.

O chi addirittura non usa l’alimentazione ma apparecchi simil ginnici o medicali.

Il bello è che guardando in questo minestrone, il web, tutti hanno ragione e tutti hanno torto e tutti portano studi e ricerche scientifiche (o così sembrano) che provano questo e quello, “il bianco, il grigio e il nero”.

Che casino!!!😅

Chi ascoltare allora?

Cos’è vero?

Quali sono le ricerche condotte con interesse solo per la scoperta della “verità” e quali invece veicolate, condotte e confezionate per un fine economico?

Fondamento scientifico.

Sinceramente non mi sento di dire che i percorsi che abbiamo strutturato con l’Associazione Be4Eat e il nostro gruppo di Guide in LSG, LifeStyleGroup, ha la “verità” in tasca, però (e sottolineo però) almeno partiamo da fondamenti che hanno un riscontro scientifico senza interessi.

Sì, noi abbiamo fatto una scelta che va al di là del solo interesse nella vendita dei Nutraceutici Forever.

Abbiamo deciso di abbracciare principi scientifici che non sono stati finanziati né dalla Forever, né da aziende private, né da multinazionali e né tantomeno da Lobby o consorzi o associazioni di categoria.

Abbiamo scelto di adottare i principi scientifici del Prof. T. Colin Campbell e di centinaia di scienziati che in questi ultimi 50 anni hanno deciso di dare la vita senza essere assoggettati a interessi economici.

Permettimi di spiegarti meglio.

Una rivelazione per cui morire.

A fine anni settanta il Prof. T. Colin Campbell, ancora agli inizi della sua carriera, scopre che il mondo scientifico è fortemente assoggettato a interessi economici.

E fin qui non ci sembra nulla di nuovo, tuttavia

un conto è sentirlo dire e un conto è scoprirlo sulla tua pelle!

E l’ha scoperto duramente. Ce lo ha raccontato nelle ore ed ore di interviste che io e mia moglie Nicla gli abbiamo fatto per scrivere il libro “La salute nelle tue mani”.

Dopo aver terminato uno dei suoi primi incarichi come ricercatore nelle Filippine, dove ha dovuto raccogliere dati e studiare la vita di bambini che morivano di cancro al fegato, viene a scoprire un principio fondamentale:

gli alimenti animali facevano scatenare i fattori determinati per il tumore, mentre i prodotti vegetali no.

Questo studio non è stato pubblicato con tali “verità”, ma addolcito e opportunamente modificato nella lettura dei risultati in modo che questa evidenza rimanesse sotto traccia.

Campbell, sconvolto dalla forza di questi entità che riescono a prendere una ricerca ed evidenziare il contrario di quello che avrebbe dovuto essere, si rivolge a sua moglie Karen e le dice:

“Io non posso non dire la verità! Questa cosa ci potrà portare molte difficoltà e addirittura forse sarò ridotto a cambiare lavoro. Sei d’accordo? Mi seguirai?”

Karen, donna dolcissima, accetta tale proposta e l’ennesimo patto con il marito. In altri termini la promessa poteva suonare così:

Poveri, ma sinceri!

Sì, le aziende impongono la lettura di dati raccolti durante gli studi.

Per uno scienziato, uno scienziato nato dalla campagna, certamente non è stato facile adottare questa filosofia di completa sincerità e neutralità verso la lettura dei dati raccolti durate una ricerca.

Anche per noi non è stato facile utilizzare questi studi scientifici anziché utilizzarne altri che portano a rivelazioni più comode e utilitaristiche verso i nostri interessi.

Mi spiego.

Una rivelazione che diventa missione.

Ho già raccontato nei precedenti articoli del mio incontro con il Prof. T. Colin Campbell e del lavoro decennale assieme a lui condotto attraverso la nostra Associazione Be4Eat.

Quando ho letto il suo primo saggio divulgativo “The China Study”, nel 2011, sono rimasto sconvolto.

A tal punto da far diventare la divulgazione dei suoi principi una missione di vita per me, per mia moglie Nicla e per centinaia di nostre Guide avviate oggi in tutta Italia.

Sconvolto perché quello che riportava come dati era chiaro. Chiaro come la matematica, la fisica e l’ingegneria che mi hanno accompagnato per più di venti anni nel mio lavoro precedente:

1 + 1 = 2

Leggere che i dati raccolti portavano a evidenze schiaccianti dove non c’era dubbio di interpretazione mi ha catturato.

Non posso dire che Campbell ha capito tutti i meccanismi biologici del nostro corpo.

Anzi, lui è il primo a dire che non possiamo capire il percorso fisiologico di un elemento.

Possiamo capire la causa-effetto solamente in modo “olistico”.

E questo lo ha dimostrato con apposite ricerche in laboratorio e in campo!

“Il meccanismo non lo capisci, ma vedi il risultato”

Le centinaia di studi che lui ha portato alla luce conducono tutti in quell’unica direzione!

Forse ho capito l’1% della biologia umana.

Si, proprio lui che è Biologo, ha fatto più di 60 anni di ricerca (è del 1934 il ragazzo!!), ha scritto più di 350 pubblicazioni scientifiche, ha analizzato migliaia di studi, ha condotto lo studio epidemiologico più lungo della storia, ad una cena ha detto, alzando l’indice al cielo:

“Forse ho capito l’1% della biologia umana”

Ti rendi conto?

E allora quando trovi la persona o il professionista che con grande enfasi ti spiega il meccanismo biologico che permette di sintetizzare la vitamina C e portala ad avere con certezza quell’effetto grazie a quel processo o meccanismo biologico…. Ecco, io non ci credo più!

Voglio sapere piuttosto il programma, l’origine (la causa) e ciò che sono i risultati iniziali e soprattutto nel tempo (effetto).

Oggi credo solo a ciò che posso provare osservando che cosa succede dopo un certo periodo.

Be4Eat Program: “Prova per 10 giorni e poi mi sai dire se vuoi continuare!”

Ormai ho visto migliaia di persone che hanno migliorato il proprio stile di vita e qualche chilo l’hanno buttato giù.

Anzi, posso dire che dopo qualche mese li ho visti arrivare al peso forma, li ho visti sgonfiarsi già dai primi giorni e tornare a vedersi allo specchio per ciò che vogliono essere!

Ma la faccenda interessante, e un po’ ironica, è che i percorsi non li facciamo per la perdita di peso, ma per stare bene.

“La perdita di peso è un piacevole effetto collaterale!”

Quindi, in conclusione, non voglio dire che il nostro percorso base di 70 giorni è la panacea per tutti coloro che vogliono trovare il peso forma, ma tutti, dico tutti, non sono mai stati delusi dai molteplici benefici del Be4Eat Program!

Siamo tutti diversi ed ognuno ha bisogno di fare un percorso personalizzato, ma, di base fisiologica, tutti i nostri corpi funzionano con principi comuni. Poi, una volta raggiunto un livello comune, possiamo procedere con una personalizzazione.

“Prima usiamo lo scalpello per iniziare a dare una forma al tronco. Quando le linee sono abbastanza delineate possiamo andare con lo scalpellino e creare l’opera d’arte che il nostro corpo ha già in se!”

Spesso uso questa metafora, pere far capire che l’inizio deve essere facile, grossolano e poi, via via che i miglioramenti arrivano, andiamo ad ottimizzare e personalizzare il Programma.

È facile fare il Program?

E’ molto più facile di una dieta perché è un percorso passo-passo che porta ad una semplice educazione alimentare.

E’ un programma che lavora sulla tua mentalità partendo in modo semplice e in costante ascolto della tua volontà.

L’importante è arrivare al punto che il tuo cervello non voglia più fare il tuo vecchio stile di vita, ma voglia fare lo stile di vita nuovo.

Quindi non costrizione, ma volontà.

Il “devo” sparisce e al suo posto appare il “voglio”.

Ad esempio, non voglio più mangiare il tiramisù ma voglio mangiare una bella mela. La vita così diventerebbe più leggera?

Sarebbe bellissimo vero?

Come si fa?

Beh, ora devo chiudere l’articolo, altrimenti diventa un e-book!😂

A parte gli scherzi, ho preferito far seguire un video di spiegazione del percorso per capire come farlo.

Clicca qui e richiedi il video più aggiornato:

Oppure, se preferisci leggere qui troverai un articolo di approfondimento https://www.rubricafiore.it/be4eat-program-70-giorni

 

E se non hai tempo di esistere ad un webinar o leggere l’articolo, contattami e richiedi di ottenere subito una spiegazione da me o da una delle nostre splendide Guide.

 

Raccontami la tua esperienza: com’è andata con il Programma?

Hai mai fatto uno dei nostri percorsi? Quale? Come’è andata?

Perché lo hai fatto o lo vorresti fare?

Dai raccontami!

Attendo un tuo commento perché possa essere costruttivo per i nostri lettori.

Buona continuazione di vita 🥰 un abbraccio e ci vediamo divertiti con il prossimo articolo della Rubrica Fiore🌼

Marco Fiorese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *